home_txt home_img

Per associarsi scarica il modulo in formato .pdf, compilalo e invialo via posta al seguente indirizzo:

Centro di Studi Antonio Balletto
Piazza della Vittoria, 9/1
16121 - Genova

Codice IBAN: IT35L0617501599000000792080

Modulo di iscrizione

I prossimi appuntamenti:

Religioni e sessualità Marc Chagall, Cantico dei Cantici
Religioni e sessualità
Ciclo di lezioni organizzato dalla Fondazione per la Cultura - Genova Palazzo Ducale
in collaborazione col Centro Studi Antonio Balletto

16 gennaio – 20 febbraio 2017, ore 17.45
Sala del Maggior Consiglio, Palazzo Ducale
Genova


Programma delle lezioni

16 gennaio 2017
Dal Cantico dei Cantici all'obbligo di parrucca. Erotismo e misoginia nell'ebraismo ortodosso
Gad Lerner
giornalista, scrittore, conduttore televisivo

23 gennaio 2017
Sessualità, castità e pudore nella cultura islamica
Ida Zilio Grandi arabista, Università Ca’ Foscari, Venezia

30 gennaio 2017
India, donna e sessualità: la voce dell'induismo classico
Cinzia Pieruccini indologa, Università degli Studi di Milano

6 febbraio 2017
Il cristianesimo e la sessualità: finestre e fessure. Uno sguardo protestante
Elizabeth Green teologa, pastora della Chiesa Evangelica Battista, Cagliari

13 febbraio 2017
La sessualità nelle religioni
Vito Mancuso filosofo e teologo

20 febbraio 2017
Letture cristiane della sessualità oggi
Enzo Bianchi teologo, priore della Comunità di Bose

Il sesso, con la sua carica attrattiva, propulsiva e simbolica, tanto trascinante da richiamare su di sé divieti e condanne, è da sempre centrale nelle culture umane. Questo ciclo si propone di esaminarne l’importanza e il ruolo nelle principali religioni storiche: quale spazio è riconosciuto dalle grandi religioni alla sessualità? A quale scopo e entro quali limiti? Come sono state considerate le varie forme in cui la sessualità si manifesta negli esseri umani, nell'uomo e nella donna, negli eterosessuali e negli omosessuali? Quanto la concezione del sesso condiziona la visione del mondo e l’organizzazione stessa dei vari culti e ministeri sacri (la prevalenza maschile dei diversi sacerdozi)? Che rapporto c’è tra la concezione che le religioni hanno del sesso e la frequente, pesante differenziazione di genere nel costume, nell’educazione, nel comportamento, nella qualità della vita sessuale stessa? Le religioni sono il regno del maschio? Quanto e come ha contato e conta la donna?

Scarica la locandina

Ricordo di Edmondo Ansaldo

Il nostro socio Edmondo Ansaldo è morto troppo presto, dopo un paio d’anni di lotta ferma, serena e dignitosissima contro la malattia. Non è giusto giudicare una persona solo dalla sua fine. Ma nel caso di Edmondo la fine non è stata che la conseguenza di uno stile di vita che è stato suo fin da ragazzo.

leggi

foto-balletto

Le lezioni di Teologia a San Fruttuoso

…in linea…
solo un assaggio di ciò che ci proponiamo di realizzare e cioè la pubblicazione delle lezioni di teologia che don Balletto ha tenuto nel quartiere di San Fruttuoso dal 1985 al 2007 definito da lui stesso “la più bella cattedra della sua vita”. Ciò che ha animato questo corso è stata la convinzione che la teologia non è un qualcosa di astruso da destinarsi a pochi specialisti ma un pensare Dio che è costitutivo dell’essere umano e che fa sì che un uomo sia dignitosamente uomo. Quest’uso dell’intelligenza che, con onestà, spinge l’uomo a riconoscere la propria origine e il proprio senso in qualcosa che trascende il finito è insito in tutti gli uomini che abbiano tanta sensibilità di accorgersene ed imparino a porsi domande su sé stessi e su ciò che li circonda. Ed ecco il perché di un “fare teologia in quartiere” e cioè in una struttura che appartenesse a tutti i cittadini, credenti e non credenti, giovani e meno giovani, più colti e meno colti, proprio nella consapevolezza che tutti hanno il diritto ed il dovere di pensare e dare il proprio contributo ad una ricerca che tocca tutti e conta per tutti. In questa 1° lezione del 21 ottobre 1985 che introduce il II anno dedicato all’antropologia, don Balletto traccia proprio le linee essenziali e lo spirito che animeranno tutti gli incontri successivi. La voce, nel pieno della sua maturità, trasmette in tutta la sua limpidezza, forza e vigore la magnanimità che la sua figura ha sempre sprigionato a beneficio di chi ha saputo coglierla, svegliando o ri-svegliando le coscienze a mettersi in cammino per cercare non pretenziose soluzioni ma almeno avvii di soluzione che dessero dignità al nostro esistere.
Buon ascolto!

ascolta
avvertenza: la lezione è stata suddivisa in 5 parti

logo palazzo ducale

logo comune albenga